I nostri servizi

In questa pagina trovi descritti tutti i nostri servizi

Visite mediche in

  • Chirurgia della mano e del gomito
  • Ortopedia traumatologia
  • Neurochirurgia
  • Otorinolaringoiatra
  • Terapia antalgica con agopuntura
  • Chirurgia estetica
  • Chirurgia vascolare e angiologia
  • Psicologia
  • Medicina legale
  • Visite per rilascio e rinnovo patenti
controllo_lastre

I nostri punti di forza

Attenzione per il cliente

Raggiungere l'obbiettivo

Soddisfazione del cliente

Terapie riabilitative e prestazioni fisioterapiche

Onde d’urto

onde_urto

Da un punto di vista fisico sono definite come onde acustiche ad alta energia.

Sono, impulsi pressori con tempi brevissimi di salita del fronte (10 miliardesimi di secondo) e di durata (dell’ordine di 2 – 5 milionesimi di secondo) che generano una forza meccanica diretta con l’obiettivo principale di trasferire energia sui tessuti corporei, per stimolarne i processi riparativi.

Continua a leggere…

InterX

interix

NIENTE DI PIU’ POTENTE IN RIABILITAZIONE

La terapia InterX® utile per risolvere in modo definitivo patologie croniche ed acute
– Sollievo dal dolore già dalle prime sedute senza usare farmaci
– Riduzione dei tempi di recupero
– Efficacia reale provata da studi clinici internazionali
Continua a leggere…

Diatermia da contatto(tecar)

diatermia_automatica

Sin dalla prima seduta il paziente è possibile che percepisca l’ eliminazione del dolore: facilitando e rendendo più efficaci le successive manovre riabilitative, che sono attuate su muscoli e tendini già liberati dalla cosiddetta contrattura antalgica. Con l’assenza del dolore permette al fisioterapista di spingere in profondità il massaggio e eventualmente di associare tecniche di mobilizzazione, ottenendo risultati più rapidi e allo stesso tempo più stabili. E’ provato che la  continua stimolazione energetica creata dalla Diatermia, porta a una riduzione ulteriore dei tempi di recupero. Continua a leggere…

Laserterapia Nd Yag

laserLa luce e l’energia luminosa in generale rivestono un’importanza fondamentale nello sviluppo e nella vita di qualsiasi essere vivente; basti pensare alle piante e al ruolo decisivo che svolgono i fotoni nella realizzazione del processo fotosintetico dei vegetali. L’energia solare agisce sui corpi grazie agli effetti provocati dalle piccole particelle di materia che la compongono, i fotoni. Continua a leggere…

Magnetoterapia

magnetoterapia_01La magnetoterapia è una forma di fisioterapia che utilizzal’energia elettromagnetica, stimolando la rigenerazione dei tessuti. La sua storia è antichissima (la si vorrebbe far risalire addirittura agli Egizi), ma è soprattutto nel secolo scorso che sono state condotte numerose ricerche cliniche-terapeutiche per studiare scientificamente i possibili effetti dei campi magnetici sugli esseri viventi, in particolare sugli uomini. Continua a leggere…

Elettroterapia

elettroterapia_01COSA SONO LA TENS (trattamenti antalgici)
La tens si basa su di un meccanismo fisiologico denominato “teoria del gate control”, ovvero controllo del cancello. In sostanza secondo tale ipotesi, la via nervosa della sensibilità tattile e quella della sensibilità dolorifica, giunte a livello spinale (colonna vertebrale) utilizzano la medesima via che sale per condurre i messaggi al cervello. Continua a leggere…

Ultrasuonoterapia a contatto ed immersione

ultrasuoni_01L’ultrasuono è definito come una vibrazione acustica con frequenze sopra il limite di quelle udibili (cioè maggiori di 20.000 Hz). Gli ultrasuoni a scopo terapeutico vennero introdotti e studiati in modo sistematico nel periodo successivo alla Seconda Guerra Mondiale. In Italia si diffusero immediatamente e moti nostri studiosi hanno contribuito in modo determinante alla ricerca sperimentale ed clinica in questo campo. Gli ultrasuoni si diffondono sotto forma di onde di compressione-decompressione con movimento di va e vieni delle particelle del mezzo di trasmissione, parallelo alla direzione delle onde di propagazione. Continua a leggere…

Kinesiterapia

kinesiterapia2La kinesiterapia è una particolare terapia manipolativa usata in fisioterapia per la riabilitazione e la rieducazione funzionale di singoli muscoli o gruppi muscolari o dell’intero organismo.
E’ una terapia indicata nei casi di necessità di recupero muscolare ed articolare e non ci sono controindicazioni.
Essa si divide in 2 –  la Kinesiterapia passiva e laKinesiterapia attiva.
Kinesiterapia passiva: in questo caso il terapista esercita sul paziente, che resterà passivo, tecniche particolari al fine di gestire in modo appropriato il movimento della parte del corpo da trattare.
Kinesiterapia attiva: in questo caso, invece, è lo stesso paziente che agisce in modo attivo sotto la direzione e la supervisione del terapista che gli farà eseguire gli esercizi più idonei.

Per la Kinesiterapia attiva sarà possibile usare elastici, palloni, bastoni, tappetini, ecc per facilitare o rendere più difficoltoso il movimento a seconda dello scopo.

Ginnastica posturale correttiva

Attivita’ Rieducative, Antalgiche e di Mantenimentoposturale
Cosa Significa fare ginnastica posturale correttiva ? Significa effettuare sotto la guida di personale specializzato (fisioterapista, dott. in scienze motorie) movimenti mirati,allo scopo di riabilitare e/o correggere eventuali restrizioni di mobilità e atteggiamenti scoliotici prima che diventino patologici. Continua a leggere…

Linfodrenaggio

Il linfodrenaggio è consigliato nei seguenti casi:linfodrenaggio
– per preparare i tessuti ad un intervento chirurgico (eliminazione dei liquidi in eccesso e riattivazione della microcircolazione capillare);
– dopo interventi chirurgici di asporto di importanti stazioni di linfonodi, ad esempio asportando la mammella viene tolta la stazione ascellare, (aiuto ai liquidi per risalire e trovare vie alternative);
– insufficienza venosa, varici e problemi alla safena (vena delle gambe);
– sinusite, rinite, forme allergiche (il linfodrenaggio, in queste situazioni, non è però efficace nelle fasi acute, ma quanto la patologia è cronicizzata);
– couperose, rosacea, acne;
– cellulite.

Massoterapia

massoterapia_02Il massaggio è la più antica forma di terapia fisica, utilizzata nel tempo da differenti civiltà, per alleviare dolori e decontrarre la muscolatura allontanando la fatica. Ne esistono infatti diversi tipi, con differenti finalità: distensivi, muscolari, sportivi, antidolore, drenanti, anticellulite. Continua a leggere…

Bendaggio neuromuscolare K-taping

ktape-mosaiqueIl Bendaggio Neuromuscolare  è una tecnica di facilitazione neuromuscolare che, tramite l’applicazione del tape elastico, favorisce l’attivazione dei processi di autoguarigione del corpo.
Il Bendaggio Neuromuscolare favorisce il sostegno muscolare, la rimozione della congestione circolatoria, l’attivazione analgesica endogena, il sostegno articolare, la normalizzazione delle tensioni fasciali, la riduzione della fatica muscolare e in particolar modo negli sportivi il miglioramento della performance.  Continua a leggere…

Rieducazione funzionale

La rieducazione funzionale o motoria riveste un ruolo importantissimo nel mondo della fisioterapia.
Un attento programma di rieducazione funzionale può essere utile in molteplici situazioni patologiche, in cui si manifesta una disabilità motoria, quali: traumatismi di diversa natura, in cui sia reso necessario o meno di un periodo di riposo funzionale o immobilizzazione in apparecchio gessato, tutore o bendaggio funzionale; a seguito di un intervento chirurgico; in presenza di una patologia cronica e/o degenerativa; in preparazione ad un intervento chirurgico.
Le tecniche utilizzate in ambito riabilitativo sono molteplici e personalizzate sul singolo paziente e sulla sua disabilità, seguendo un preciso programma terapeutico stilato in accordo tra il medico specialista e il fisioterapista.

Agopuntura

Da abbinare alle terapie farmacologiche, agopuntural’agopuntura può rivelarsi davvero efficace. Tipica della medicina cinese, ormai anche da noi è stata sdoganata e utilizzata da tantissime persone.

Prenota un appuntamento

Prestazioni mediche

infermiera400x589La scleroterapia è particolarmente indicata per la rimozione di capillari (teleangectasie), di piccole varici e degli angiomi cutanei; tuttavia anche le vene varicose di grosse dimensioni sono rimosse con successo. Essa comporta la chiusura di un tratto venoso sede di varice oppure di un gruppo di capillari (teleangectasie) mediante l’iniezione nei vasi stessi, in punti ben determinati, di una soluzione sclerosante che causa istantaneamente una reazione infiammatoria locale (flebite chimica); questa reazione provoca in seguito la trombizzazione ed il successivo riassorbimento del tratto varicoso oppure la cancellazione dei capillari.

Con l’Ecocolordoppler arti inferiori arterioso o venoso si intende accertare la funzionalità del reflusso e l’eventuale presenza di trombi venosi supeficiali o profondi, e per quanto riguarda l’aspetto arterioso, per esaminare l’aspettomorfologico delle arterie dell’arto in esame alla ricerca di eventuali stenosi, occlusioni o aneurismi. Normalmente nell’esame vengono esplorate l’arteria e la vena femorale comune, l’arteria profonda, l’arteria e la vena poplitea, le arterie tibiali, le vene gemellari, la grande e la piccola safena e altre vene collaterali accessorie.

L’Ecocolordoppler è l’esame più comune per la diagnosi e il controllo delle malattie vascolari, sia arteriose che venose. è una tecnica diagnostica che attraverso l’applicazione degli ultrasuoni, visualizza graficamente il movimento del sangue nei vasi sanguigni, la forma dei vasi stessi e le loro eventuali alterazioni. L’utilizzo del colore permette una più precisa individuazione delle aree con flusso anomalo. La zona del corpo del paziente oggetto dell’esame viene trattata con un gel che consente la corretta trasmissione degli ultrasuoni emessi dalla sonda. è una metodica non invasiva, che documenta in modo affidabile anche le più piccole lesioni delle pareti vascolari.

I capillari degli arti inferiori e del volto rappresentano da moltissimo tempo un inestetismo che è molto sentito in particolare dalle donne.  Ora è possibile correggere questo inestetismo con apparecchiature laser di ultima generazione che generano un fascio di luce che penetra nella cute e viene assorbita dalla componente sanguigna del vaso trattato. Il risultato, a volte, è sovrapponibile al trattamento con la scleroterapia, ma a differenza di quest’ultima, non esiste ago, il dolore e il bruciore sono molto limitati e il risultato finale è eccellente.

VANTAGGI DELLA SCLEROTERAPIA CON “SCLERO-MOUSSE” CON FIBRO-VEIN®

1- Utilizzazione di minor quantità totale di farmaco sclerosante e quindi riduzione delle complicanze legate all’iniezione di eccessive quantità di liquido sclerosante, o all’eventuale stravaso.

L’uso inoltre del Tetradecilsolfato di Sodio purificato (Fibro-Vein®) per la produzione della sclero-mousse ha permesso di ridurre drasticamente ( nessuna nei casi da noi trattati) le complicanze su base allergica.

2- Maggior tempo di contatto dello sclerosante con l’endotelio venoso e pertanto miglior effetto terapeutico

3- La scarsa diluizione della sclero-mousse da parte del sangue ed il dislocamento dello stesso da parte della mousse all’interno del vaso permette l’utilizzazione di questa metodica anche in patologie molto difficili da trattare con la scleroterapia, come le displasie vascolari.

4- L’ecogenicità della sclero-mousse permette una scleroterapia ecoguidata e di poter seguire il dislocamento guidato della mousse stessa.

Effettuiamo anche il servizio di visite a domicilio

Diagnostica

Dr. Giunta ClaudioNemio_20MX_203a
Laureato in Medicina e Chirurgia – Specialista in radiologia

Continua a leggere…

Eletromiografo

Esame elettromiografia cosa serve sapere

CHE COS’E’ L’ELETTROMIOGRAFIA?

È un esame che permette di studiare la funzionalità di nervi e muscoli mediante l’attività elettrica da essi prodotta.

PERCHE’ SI FA?
Per diagnosticare le malattie di nervi e muscoli (p.e. sindrome del tunnel carpale, polineuropatia diabetica, sindrome da compressione di altri tronchi nervosi).

COME VIENE ESEGUITA?
L’elettromiografia viene eseguita da un Medico Neurologo e viene eseguita da seduti o da distesi su un lettino. Gli arti vengono singolarmente collegati alla macchina dell’elettromiografo con dei cavi elettrici, sia in stato di riposo che durante contrazione dei muscoli.

QUANTO DURA?
L’esame ha una durata in dipendenza dei nervi e dei muscoli che devono essere studiati e quindi dei sintomi lamentati dal paziente. Generalmente può durare dai 15 ai 40 minuti.

È DOLOROSO?
L’esame prevede la stimolazione dei nervi con leggere scosse elettriche. A seconda del quesito diagnostico potrà essere necessario inoltre usare un piccolo ago che va inserito nei muscoli.

Tutto ciò può essere doloroso ma di solito nessuno rinuncia all’esame per questo.

CI SONO PERICOLI?
Assolutamente no perché:

  •  le macchine rispettano tutte le normative di Legge e sono isolate elettricamente;
  •  gli aghi che usiamo sono tutti sterili monouso e vengono gettati via al termine di ogni esame;

E’ bene però segnalare al medico se si è portatori del virus dell’EPATITE B, C, o HIV.

SERVE UNA PARTICOLARE PREPARAZIONE PER L’ESAME?
Non c’è bisogno di alcuna preparazione particolare. Si può mangiare e non c’è bisogno di farsi accompagnare. Fatto l’esame si può guidare e riprendere il lavoro.
Si raccomanda di non applicare creme sul corpo perché impediscono il passaggio delle correnti elettriche.
Vi consigliamo di indossare abiti comodi e facili da togliere.

Presso Fisiomed Este è pedana stabilometricapossibile oggi eseguire l’esame stabilometrico avendo pertanto la possibilità di una valutazione più “oggettiva” dei meccanismi di mantenimento dell’equilibrio.

L’esame non è invasivo e consente attraverso l’elaborazione degli spostamenti del baricentro della persona in condizioni statiche (il paziente e’ fermo in posizione di riposo) di valutare l’equilibrio ortostatico.

Il test computerizzato compie la registrazione (30’’) monitorando la variazione del carico di appoggio e il software estrapola dal segnale registrato i parametri che caratterizzano lo spostamento nel tempo del baricentro del soggetto.
L’impiego dell’apparecchiatura è fondamentale per diagnosticare in modo strumentale le patologie vertiginose con rappresentazione grafica della postura registrando e calcolando i parametri quantitativi del COP e ne mostra graficamente l’andamento nel tempo individuando gli atteggiamenti posturali tipici della patologia.

Per maggiori informazioni:
tel    0429 51210       e mail: segreteria@fisiomedeste.it

videonistatgmografiaE’ un esame che permette di vedere i movimenti degli occhi del paziente il quale indossa una maschera oscurante per inibire la fissazione visiva che ha l’effetto di ridurre il nistagmo.

Una telecamera ad infrarossi inquadra gli occhi ed il loro movimento spontaneo (nistagmo spontaneo) o provocato da specifiche manovre fatte eseguire al paziente sul lettino dall’esaminatore.

Dall’osservazione della direzione del nistagmo, anche in relazione ai movimenti fatti eseguire al paziente, è possibile fare molto spesso una diagnosi molto accurata o programmare esemi di secondo livello quali i VEMP’s (potenziali evocati vestibolari miogenici), le prove vestibolari caloriche o una eventuale RMN.

Il nistagmo rilevato dalla telecamera è registrato su un computer per la successiva osservazione o per studi clinici sui parametri temporali (velocità, ampiezza, direzione, etc).

Controllo lastre
Dolori schiena
bambina

:: FISIOMED ESTE srl - Via Principe Amedeo 47/F - 35042 ESTE (PD) - tel. 0429 51210 - C.F. e P.IVA 04432710285 ::
Cookie policy - Sito web realizzato da TECH.TEAM Informatica